PSA: Export verso Serbia e Brasile, aggiornamenti su certificati sanitari e invio prelisting stabilimenti

Alcuni aggiornamenti arrivano dalla Serbia, dove le autorità locali hanno richiesto che i certificati sanitari per l’esportazione di carni fresche e prodotti derivati venissero aggiornati, a seguito dei recenti focolai di PSA rinvenuti negli animali selvatici in alcune regioni d’Italia. Pertanto, con nota DGISAN 1356, si trasmettono i certificati per l’esportazione; i nuovi file modificati, contenenti i certificati, saranno disponibili su sito istituzionale del Ministero della Salute – sezione Veterinaria internazionale.
Per quanto riguarda l’export verso il Brasile, mediante nota DGISAN 1375, si comunica l’obbligo per gli stabilimenti di allegare alla richiesta di abilitazione all’export un file Excel che contenga i dati dello stabilimento e la categoria dei prodotti da esportare, come documentazione aggiuntiva prevista dall’autorità competente brasiliana, fermo restando le disposizioni relative alla nota DGISAN 23661 del 4 giugno 2018.
Il modulo è disponibile nel sito del Ministero della Salute, nella sezione – esportazione degli alimenti.
Inoltre, il MAPA ha presentato alcuni aggiornamenti in merito all’invio del prelisting con comunicazione al WTO G/SPS/N/BRA/1184/Add.2/Corr.2 del 20 maggio 2021, i cui contenuti sono forniti in un allegato trasmesso con la presente nota.

News correlate

EUROPA

EUROPA

Internazionalizzazione