PSA: Export verso Giappone e Canada. Aggiornamento sulla certificazione sanitaria

Arrivano nuove istruzioni in merito alla certificazione sanitaria necessaria per l’esportazione di carne suina, e prodotti a base di carne suina, verso Giappone e Canada.
La dichiarazione del Giappone – prevede l’esenzione al bando dei prodotti a base di carne suina confezionati entro la data comunicata nelle precedenti comunicazioni, ovvero il 13 dicembre 2021, e conservati nel rispetto delle condizioni igieniche

PSA: Export verso Serbia e Brasile, aggiornamenti su certificati sanitari e invio prelisting stabilimenti

Alcuni aggiornamenti arrivano dalla Serbia, dove le autorità locali hanno richiesto che i certificati sanitari per l’esportazione di carni fresche e prodotti derivati venissero aggiornati, a seguito dei recenti focolai di PSA rinvenuti negli animali selvatici in alcune regioni d’Italia. Pertanto, con nota DGISAN 1356, si trasmettono i certificati per l’esportazione; i nuovi file modificati, contenenti i certificati, saranno disponibili

PSA: 7 casi totali di positività in Italia. Aggiornamenti dalla Polonia

Il Ministero della Salute ha trasmesso il 18 gennaio u.s il dispositivo DGSAF -con nota DGSAF 1195, disponibile nella sezione – norme – del sito istituzionale del Ministero, che reca misure di controllo e prevenzione della diffusione della peste suina africana.
In merito al rilevamento di nuovi casi di PSA, dal 7 gennaio u.s. si confermano 7 casi totali, aggiornati con

PSA: Firmata ordinanza dal Mipaaf e Ministero della Salute per contrastare la diffusione

Il 14 gennaio u.s, i Ministri della Salute e delle Politiche agricole hanno firmato un’ordinanza congiunta per contrastare la diffusione di peste suina africana nell’area settentrionale d’Italia. Secondo il provvedimento firmato, sono vietate nella zona infetta: attività venatoria (ad eccezione della caccia selettiva) e attività sportive e ludiche, trekking, la pesca e mountain-bike.
In particolare, la zona soggetta a restrizioni è

PSA: Aggiornamenti sul rilascio delle certificazioni sanitarie per export Paesi Terzi.

Facendo seguito alle disposizioni precedentemente comunicate e valide (ad eccezione del Giappone per cui si riportano nuove disposizioni), si confermano alcuni aggiornamenti in merito all’export verso i seguenti Paesi Terzi.
Riconosce la regionalizzazione il Canada, ai sensi della norma comunitaria in virtù dell’esistente accordo CETA. In considerazione della situazione epidemiologica definita nell’area settentrionale d’Italia, la CFIA ha aggiornato le condizioni di

PSA: Confermata nelle regioni Piemonte e Liguria. Aggiornamenti Export Paesi Terzi.

Facendo seguito alle disposizioni precedentemente comunicate e valide (misure formalizzate dalle Autorità del Giappone e Taiwan), si confermano alcuni aggiornamenti in merito all’export verso i seguenti Paesi Terzi.
Riconoscono la regionalizzazione gli Stati Uniti d’America, e quindi le certificazioni sia per ASI (attestazione sanitaria integrativa), sia per carni e prodotti potranno essere rilasciate rispettando alcune indicazioni generali: l’ASI può essere sottoscritta